Blog navigation

Ultimi post

Quale terriccio scegliere? Universale, Biologico, per tipo di pianta, per semina. Guida alla scelta del miglior terriccio

2171 Visualizzazioni

Il terriccio è un fattore fondamentale nella buona riuscita di ​una coltura dato che è proprio dove vivono le piante, perciò è sempre consigliabile di partire dalla giusta scelta del terriccio quando si decide di coltivare qualcosa.

Il terriccio, inoltre, va di tanto in tanto "rinfrescato", nel senso che con il passare del tempo le piante assorbono tutti i nutrienti da esso e perciò la terra andrà concimata, noi consigliamo una volta ogni anno, di seguito spieghiamo come.

Che cos'è il terriccio?

terriccio

Il terriccio è una miscela formata da:

  • componente organica: torba, compost, humus, ecc
  • componente inorganica: pomice, perlite, sabbia, ecc
  • sostanze nutritive: concimi, fertilizzanti

Variando le quantità di questi 3 componenti si avranno più tipologie di terriccio, in base all'utilizzo che potrà essere: semina, rinvaso, terriccio per fiori, terriccio per orto, ecc.

Pertanto, possiamo riassumere le funzioni del terriccio:

  • favorire lo scambio ossigeno-anidride carbonica nel terreno
  • trattenere l'acqua utile alle piante
  • drenare l'acqua in eccesso
  • nutrire le piante
  • favorire la radicazione

Tipologie di terriccio

Come spiegato, i terricci si ottengono miscelando in diverse proporzioni i 3 elementi principali e, mediante le diverse miscele, si ottengono diversi tipi di terricci, vediamo quali sono i più importanti

Terriccio universale

Miglior terriccio universale: compo sana terriccio universale

Questa tipologia di terriccio, come suggerisce il nome, è generalmente adatta a ogni tipo di utilizzo. Generalmente, però, questi terricci contengono concime a lenta cessione, pertanto sono particolarmente adatti per piantare arbusti in quanto garantiscono una concimazione fino a 12 settimane. Inoltre, contenendo concimi minerali a lenta cessione, il pH sarà un tantino alto per piantare fiori.

Pro: ottimo terriccio per piantare alberi o per utilizzo in orto, in quanto concima fino a 12 settimane

Contro: il pH potrebbe risultare non troppo basso per piantare i fiori, in quanto richiedono un terriccio specifico a pH basso.

Il Miglior terriccio universale: Compo Sana Terriccio Universale con Conime a lenta cessione

Terriccio per semina

miglior terriccio per semina rinvaso e trapianto: compo naturasol

Solitamente un buon terriccio per semina deve essere leggero ed areato, e favorire lo sviluppo delle radici, pertanto potrebbe esserte una buona scelta un terriccio con perlite, che vada a favorire la formazione delle radici.

Il miglior terriccio per semina: Compo Naturasol Terriccio per Semina e Trapianto

Terriccio per orto

miglior terriccio bio per orto: compo organic & recycled

Il terriccio ideale per orto è ricco di concime, in quanto per una crescita ottimale degli ortaggi è necessaria la giusta dose di concime. Nel caso in cui si conduca un orto biologico è preferibile optare per un terriccio biologico per orto, che conterrà solo prodotti autorizzati in agricoltura biologica, ma è buona norma utilizzarlo in ogni caso dato che il terriccio biologico è ricco di sostanza organica che è molto richiesta dalle piante da orto in quanto aiuta a veicolare meglio i fertilizzanti che andremo ad impiegare.

Il miglior terriccio bio per orto: Compo Organic & Recycled Terriccio Biologico Vegetale

Terriccio per piante acidofile

Il terriccio di cui hanno bisogno le piante acidofile è ricco di sostanza organica e povero di concimi minerali così da avere un pH basso, adatto per le piante acidofile, come Azalee, Rododendri, Ortensie, Gardenie, ecc

Terriccio per fiori e piante fiorite

miglior terriccio fiori

Un buon terriccio per fiori sarà sicuramente ricco di sostanza organica e concime in quanto forniscono i nutrimenti adatti ad una buona fioritura e ad un colore vivace.

 Il miglior terriccio per fiori e piante fiorite: Compo Organic & Recycled terriccio organico 100% vegetale

Terriccio per orchidee

Non possiamo non parlare del prodotto più richiesto, il terriccio per orchidee. Un buon terriccio per orchidee, deve necessariamente essere costituito di particelle medio-grandi in quanto in questa composizione non verranno asfissiate le radici e sarà garantita una buona riuscita del trapianto e della fioritura delle orchidee.

Terriccio biologico

Il terriccio biologico, contiene solo componenti autorizzati in agricoltura biologica, quindi non vi saranno presenti concimi minerali o chimici, sarà ricco di sostanza organica animale (letame) o vegetale

Terriccio biologico vegano

miglior terriccio biologico

Una novità di quest'anno è il terriccio biologico vegano, che sostanzialmente è un terriccio 100% biologico che contiene sostanza organica solamente di natura vegetale. Il prodotto che vogliamo consigliare è il Compo Organic & Recycled terriccio biologico vegano ottenuto solamente con prodotti biologici e riciclati come la busta, ottenuta da materie riciclate ed a basso impatto ambientale. Assolutamente da provare.

Il miglior terriccio biologico: Compo Organic & Recycled Terriccio Biologico Vegetale

Come scegliere il terriccio

Nella scelta del terriccio è opportuno considerare un fattore fondamentale: se la coltivazione sarà in vaso o se direttamente nella terra.

Nel primo caso, se si deve piantare in vaso si può optare per un terriccio universale, contenente sostanza organica e ricco di concime in modo tale da garantire una giusta concimazione per diverse settimane; oppure optare per un terriccio specifico - ad esempio terriccio per piante grasse, terriccio per bonsai, terriccio per prato, ecc.

Questa seconda scelta, però, è scomoda nel caso in cui si avranno più coltivazioni diverse da condurre in quanto dovremmo acquistare più prodotti diversi e non è la soluzione più comoda ed economica. Pertanto è possibile utilizzare un concime universale arricchito con concime e, in base alla coltura, se necessario, andremo ad effettuare ulteriori concimazioni più avanti.

Nel caso in cui la coltivazione sarà direttamente nel terreno senza l'utilizzo di vasi, consigliamo di utilizzare un concime organico pellettato per arricchire il terreno, invece di arricchire la terra già presente con del terriccio. Così' facendo andremo ad apportare al terreno proprio quello l'elemento di cui col tempo la terra si impoverisce: la sostanza organica.

Dai un'occhiata a questo concime organico pellettato biologico, usalo una volta l'anno per fornire materia organica al terreno.

Concimazione del terriccio: la manutenzione della terra

Come accennato sopra il terriccio col tempo si impoverisce di sostanza organica pertanto si consiglia una volta all'anno, nel periodo invernale, intorno a Gennaio-Febbraio di arricchire il terriccio utilizzando un concime organico pellettato. Nel caso di colture in vaso aggiungere il concime direttamente al terreno o sostituendo 1/3 di terriccio con il concime organico.
Nel caso di colture in terra, invece, aggiungere il concime organico direttamente al terreno in modo da apportare nuova sostanza organica utile per veicolare i nutrienti alle piante.

Consigliamo di utilizzare concime organico pellettato, puoi dare un'occhiata a questo concime organico da 25kg o, se sei un appassionato di giardinaggio e coltivi poche piante puoi optare per il concime organico in sacco da 5kg

Lascia un commento